Siete alla ricerca di soluzioni per far sì che gli acquirenti da cellulare restino sul vostro sito e acquistino di più? Ecco qualche idea da applicare al vostro sito di e-commerce.

Volete sapere perché gli utenti dei dispositivi mobili aggiungono articoli al carrello senza poi finalizzare l’acquisto? Per i proprietari di e-commerce, l’abbandono del carrello rappresenta un costo enorme. Secondo i ricercatori dell’Istituto Baymard, l’abbandono del carrello porta a un mancato guadagno pari a circa 260 miliardi di dollari1 ogni anno.

Grazie all’ultimo rapporto di ricerca commissionato all’Istituto, Amazon Pay ha scoperto che alcune modifiche minori all’interfaccia di pagamento su dispositivo mobile possono influire molto positivamente sui risultati del vostro sito di e-commerce durante tutto l’anno.

Ecco 10 modi per ottimizzare il pagamento su dispositivo mobile e ridurre l’abbandono del carrello su tali dispositivi.

Mettere in evidenza l’opzione di pagamento in modalità ospite

Richiedere all’utente la creazione di un account per poter effettuare il pagamento può essere un freno all’acquisto. Se questo ha la possibilità di pagare in modalità ospite, lo può fare più rapidamente, in quanto non deve creare un account, il che richiede tempo. Il tasso di conversione aumenta dal 10 al 30%1 quando un proprietario di e-commerce lascia scegliere al consumatore se connettersi o meno ad un account per pagare. L’utente dovrà semplicemente inserire il proprio indirizzo e-mail per la conferma dell’acquisto. 

Adattare la disposizione del tastierino 

Compilare i campi sui dispositivi mobili può non essere semplice, dato che le dimensioni dello schermo sono ridotte rispetto a quelle di un computer. È quindi importante adattare automaticamente il tastierino ai vari campi, come indirizzo e-mail, codice di avviamento postale o carta di credito, per permettere un inserimento facile e veloce.

Impostare un formato automatico per i campi della carta di credito per ridurre gli errori

Il numero della carta è lungo e contiene molte cifre. Per evitare errori e permettere di verificare che siano tutte giuste, si può impostare un formato automatico, con spazi tra ogni blocco di quattro cifre. L’utente le distinguerà meglio se sono distanziate.

Adattare il formato del campo della data di scadenza a quello delle carte di credito

Per rendere il processo di acquisto più rapido, adottate il formato standard di due cifre per il mese e due cifre per l’anno. In questo modo l’inserimento della data di scadenza sarà più semplice. 

Inserire un indicatore di avanzamento 

Nel processo di acquisto su dispositivo mobile è una buona idea mostrarne l’avanzamento, in modo da permettere all’utente di sapere a che punto è e quali sono le fasi successive.

 

Impostare di default l’indirizzo di consegna anche come indirizzo di fatturazione 

Per ottimizzare il processo d’acquisto su dispositivo mobile, in genere l’utente sceglie la consegna a domicilio. L’indirizzo di fatturazione corrisponde spesso a quello di consegna. Per semplificare, utilizzate quindi automaticamente quest’ultimo anche per la fatturazione. 

Mostrare l’importo totale dell’ordine prima della fase di pagamento

Siate sempre onesti nei confronti del consumatore. Il fatto di conoscere in tutta trasparenza il costo dell’articolo prima del pagamento sarà molto apprezzato. Infatti, il 21% degli utenti abbandona l’ordine se non può visualizzare l’importo totale prima di procedere al pagamento. Indicate inoltre fin da subito il costo complessivo del prodotto, perché il consumatore potrebbe scegliere di abbandonare il carrello se vengono aggiunti dei costi al momento del pagamento. 

Aggiungere il pulsante “Conferma l’ordine” nella parte superiore della pagina 

L’11,6% degli utenti confonde la fase di verifica dell’ordine con quella di conferma. È bene evitare che succeda aggiungendo il pulsante “Conferma l’ordine” alla fase di verifica dell’ordine. 

Non richiedere più volte le stesse informazioni 

Occorre essere prudenti e non richiedere più volte le stesse informazioni agli utenti. Rendete il processo di acquisto più fluido richiedendo solo quelle essenziali e riutilizzate quelle inserite precedentemente per le successive fasi di pagamento. 

Proporre diverse opzioni di pagamento  

Attualmente l’83% dei 60 principali siti di e-commerce americani e stranieri propone almeno un’opzione di pagamento alternativa. Questa soluzione è particolarmente comoda per l’utente. La modalità più utilizzata in Francia è il pagamento tramite carta. In italia, invece, l’invio di denaro contante è molto comune, mentre in Germania il pagamento su fattura è maggiormente richiesto. All’estero, tuttavia, vengono usate diverse modalità. È quindi importante fornire diverse modalità di pagamento, in particolare se sul sito arrivano anche consumatori stranieri. 

Il processo di acquisto su dispositivi mobili deve essere il più possibile semplice e rapido. 

Per maggiori informazioni

1Baymard Institute Usability Study, 2017.