La pubblicità video per i social network ha conosciuto un boom nell’ultimo decennio. Questo boom è dovuto al lancio di funzionalità e servizi che incoraggiano il consumo di questo formato, come Facebook Live, Instagram Stories o piattaforme specifiche come Snapchat.

Sapevi che, secondo un sondaggio di Promo, 7 consumatori su 10 (71%) considerano rilevanti gli annunci video di Facebook? Gli utenti sono sempre più ricettivi alla pubblicità video per i social network, il che ha motivato gli inserzionisti ad aumentare i loro investimenti in questo formato.

Quali sono le chiavi per migliorare la pubblicità video sui social network?

Secondo le stime di Cisco, oltre l’80% di tutto il traffico Internet sarà monopolizzato dal video entro il 2021. Ciò dimostra le eccellenti prospettive di crescita nell’uso del video nella pubblicità digitale. Nel caso specifico dei social network, inoltre, il video marketing è indispensabile.

Implementare il live streaming, utilizzare formati verticali oppure ottimizzare le metriche appropriate sono alcune delle chiavi per migliorare la pubblicità video per i social network. Vorresti scoprirle?

Progetta annunci adattati ai social network

Il video marketing utilizzato su Facebook, Instagram o YouTube è diverso da quello utilizzato in televisione o in altri formati. Deve avere una certa durata e dimensioni, secondo le specifiche di ogni social network, come si vedrà negli esempi che seguono.

  • Su Facebook, il rapporto di aspetto è 16:9 o 1:1, dimensioni di 1200×675 pixel (560 px di larghezza sui telefoni cellulari) e un peso massimo di 4GB.
  • Su Instagram, il rapporto di aspetto è simile a quello di Facebook, ma utilizza dimensioni di 1080×1080 pixel e un peso massimo di 15-20MB.
  • Su Twitter, le dimensioni sono 530 x 265 pixel nella timeline, con un peso massimo di 15MB.

Attenzione all’audio nei video per i social network

Sapevi che i migliori video pubblicitari sui social network non hanno bisogno di essere ascoltati per essere apprezzati? Questo perché gli inserzionisti capiscono che Twitter, Instagram e altre piattaforme silenziano i video per default. Di conseguenza, la maggior parte degli utenti consuma questo contenuto senza audio. La cosa più consigliabile per i brand è quello di produrre video che non dipendono dal suono o avvertire all’inizio che è necessario fare un tocco sullo schermo per attivarlo. Un’altra alternativa è quella di includere sottotitoli che siano complementari al suono.

Punta sui video verticali

Ci sono molti formati disponibili su piattaforme come YouTube, Instagram o Facebook, tutti molto richiesti dai brand. Tuttavia, la crescente popolarità dei video verticali ha sorpreso gli specialisti di marketing, e molte aziende stanno approfittando di questo boom.

La maggior parte degli utenti apprezzano la comodità di visualizzare i contenuti in questo modo. Inoltre, secondo uno studio di Facebook, questo tipo di video sta dimostrando di avere prestazioni migliori nel ROI dei brand rispetto ad altri formati simili. Tra le piattaforme ideali per sfruttare questo formato ci sono YouTube Vertical Video Ads, Instagram Stories e Facebook.

Differenziati per suscitare l’interesse del tuo pubblico

Brands come Denny’s usano l’umorismo, altri come McDonald’s preferiscono un trattamento vicino e umano, mentre Starbucks fa del suo meglio per rafforzare il suo spirito multiculturale. Ogni azienda ha un messaggio, che può essere rafforzato attraverso i social network. Non importa quale sia il tuo: l’indispensabile è che non lasci il pubblico indifferente.

Tuttavia, tutte i brand cercano di attirare l’attenzione. La concorrenza in questo senso è brutale. Ecco perché sta diventando sempre più difficile suscitare l’interesse degli utenti e spingerli a cliccare su ‘Mi piace’ o a visitare un certo sito web. In questo senso, non è un caso che gli annunci ad alte prestazioni siano i più interessanti, mentre gli annunci a basse prestazioni si distinguono per essere noiosi e ripetitivi.

Tra le migliori strategie per provocare una reazione negli utenti possono essere elencate di seguito:

  • Usare l’umorismo in modo rispettoso nei confronti di tutti i collettivi
  • Mostrare qualcosa d’inaspettato, come un nuovo prodotto o un design concettuale di esso.
  • Usa titoli e video con colori e contenuti accattivanti (difficili da ignorare).

Osserva le metriche appropriate

Anche se la prova e l’errore è essenziale per ottimizzare una campagna di video marketing, è importante misurare costantemente le metriche appropriate e confrontarle con quelle dell’esercizio precedente, per vedere chiaramente se il miglioramento esiste o se si è fatto un passo indietro. Ma quali sono le migliori metriche per misurare i risultati del video marketing? Vediamo:

  • Tempo di riproduzione, che aiuta a comprendere l’interesse degli utenti per il contenuto realizzato.
  • Numero di volte che è stato rivisto, il che fornisce un ulteriore riferimento all’interesse dimostrato.
  • Numero di click o CTR ricevuti nel video.
  • Punta sul live streaming

Da quando Facebook Live è stato lanciato nell’agosto 2015, il live streaming ha aumentato la sua popolarità tra gli utenti, sempre più ricettivi a questo tipo di formazione. Per gli inserzionisti, lo streaming in diretta è un ottimo modo per sorprendere i clienti, migliorare il loro engagement e avere un migliore impatto sui social network.

Includi contenuti backstage nei tuoi video

Mostrare cosa succede dietro le telecamere è una strategia perfetta per attirare l’attenzione degli utenti ed evitare che i tuoi annunci passino inosservati nei loro timeline. Indipendentemente dal prodotto o nicchia di mercato, svelare il suo processo di creazione o presentare i professionisti coinvolti nello sviluppo permette di umanizzare il brand e sottolinearne la sua cultura e filosofia.

Ci sono molti esempi di video pubblicitari sui social network che utilizzano questa tecnica, in quanto gli utenti amano dare un’occhiata al backstage dei brand.