Active Campaign è una piattaforma di email marketing versatile e conveniente con un toolkit potente. Inoltre, ha un servizio clienti molto efficiente (un aspetto importante da tenere presente).

Active Campaign aggiorna frequentemente le sue funzionalità, spesso in risposta alle critiche e ai suggerimenti dei suoi clienti. I nuovi utenti possono trovare l’interfaccia un pò intimidatoria, ma non appena ci si abitua, vedrai che è una piattaforma amichevole con numerose funzionalità.

Prezzi

I prezzi di Active Campaign si basano sulle dimensioni del tuo listino contatti. Quindi, più contatti ci sono, più si dovrà pagare per ogni piano.

Prezzi di Active Campaign nel dicembre 2018. Prezzi per una lista di 1.000 contatti, con pagamento annuale.

Se il tuo listino contatti supera i 100.000 contatti, devi contattarli in modo che possano definire un prezzo personalizzato per te.

Facilità d’uso

Il processo di registrazione iniziale è abbastanza semplice, in quanto ti vengono solo richieste le tue informazioni di contatto principali (nome dell’azienda, e-mail, nome) e alcune domande per indicare il livello di servizio appropriato. Una volta fatto questo, ti portano al loro pannello di controllo e poi…

Accidenti.

Ecco che arriva il problema.

La parola “pesante” è troppo breve per definire la quantità iniziale di informazioni offerte da Active Campaign. Ci sono sette opzioni nel menu in alto (inclusi Contatti, Campagne e Rapporti). All’interno di ciascuna di queste sette opzioni, troverai un ampio menu con più opzioni. Anche se tutte queste caratteristiche sono estremamente utili, a prima vista può sembrare un po’ troppo esagerato.

Gestione dei contatti

Prima di poter inviare una campagna, dovrai fare una lista. Ciò comporta la compilazione di una finestra pop-up che chiede di dare un nome alla lista e di inserire il nome e l’indirizzo della propria azienda, l’URL della lista e un promemoria ai tuoi contatti sul perché si trovano in questa lista.

Fortunatamente, le cose vanno decisamente meglio dopo questo. Active Campaign offre una vasta gamma di opzioni per la creazione di liste: puoi fare un copia/incolla, importare un file CSV, o importare una lista di contatti da una delle 94 fonti con cui offrono l’integrazione (incluse le più popolari, come Google e Salesforce). Una volta aggiunte le e-mail, è possibile aggiungere dei tag, questo è utile nel caso in cui in futuro si desidera ordinare i contatti in modo diverso.

Si può anche fare lead scoring. Se non hai mai sentito parlare di questa funzione, è una funzione progettata per aiutare i team commerciali ad identificare accuratamente i contatti stabilendo “regole” e assegnando un valore ai contatti che soddisfano determinati criteri. Queste regole possono essere aspetti quali l’area geografica, il tasso di risposta, ecc.

Creazione delle tue campagne e-mail

Dopo aver configurato la lista dei contatti, è possibile iniziare a inviare le e-mail. Active Campaign fornisce una varietà di modelli pronti per l’uso, facili da usare che puoi personalizzare in base alle tue esigenze. Se preferisci, puoi anche partire da zero (usando codice HTML o usando i suoi modelli base di “una colonna”, “colonna sinistra” o “colonna destra”).

L’editor drag & drop è più potente rispetto alla maggioranza e permette di modificare le immagini anche dopo averle caricate.

Invia le tue campagne

Vedrai una serie di opzioni di monitoraggio tra cui scegliere: Aperti/Letti, monitoraggio dei link, monitoraggio delle risposte e Google Analytics. È quindi possibile selezionare un indirizzo e-mail per visualizzare in anteprima e pianificare la campagna da inviare immediatamente in qualsiasi momento e in qualsiasi data.

C’è anche un contatore di spam che ti avverte di eventuali problemi che potresti avere nell’invio della campagna.

Servizio clienti e supporto

Come tante applicazioni SaaS, il servizio clienti variabile è integrato nel modello di business. Avrai accesso all’assistenza telefonica solo se si contratta il loro Business Plan. Per tutti gli altri, è possibile accedere all’intero sistema di supporto di Active Campaign cliccando su una delle due icone sul lato destro dello schermo. Questo ti offrirà le seguenti opzioni:

  • Video Tutorial: 12 video che coprono sia tutorial che strategie.
  • Base di conoscenza: Articoli relativi a otto diversi argomenti.
  • Formazione guidata: sotto forma di sessioni individuali e seminari online (la disponibilità varia a seconda del piano).
  • Tickets o messaggi: è possibile inviare un ticket al servizio clienti o cercare di inviare un messaggio istantaneo a chi è online. Quando non c’è nessuno disponibile, puoi lasciare comunque un messaggio.
  • Blog: Hanno un blog che viene aggiornato frequentemente.
  • Facebook: Active Campaign mantiene un account Facebook frequentemente aggiornato che contiene link ad articoli di terze parti ed eventi rilevanti per gli utenti.
  • Twitter: Active Campaign è attivo anche su Twitter.

Critiche frequenti su Active Campaign

  • Curva di apprendimento: Questo strumento non è difficile da usare, ma non è nemmeno (per niente) la piattaforma più semplice da usare.
  • Applicazione mobile limitata: Active Campaign ha lanciato una app mobile sul suo prodotto, ma ha solo alcune delle caratteristiche dell’applicazione web e il suo utilizzo è limitato.
  • Tasso di consegna: Alcune review online sostengono che il tasso di consegna è inferiore a quello di Mailchimp.

Recensioni positive su Active Campaign

È assai più facile trovare opinioni positive su Active Campaign che negative.

Questo è ciò che piace alle persone di Active Campaign:

  • Aggiornamenti frequenti: Prendono in considerazione il feedback dei clienti per migliorare la loro piattaforma.
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo: Active Campaign ha un prezzo ragionevole per tutto ciò che offre.
  • Funzionalità avanzate: anche se inizialmente un po’ pesante, la sua piattaforma offre ogni tipo di opzioni.
  • Servizio clienti: Il servizio clienti è affidabile.

Caratteristiche di Active Campaign

Queste sono alcune delle caratteristiche più importanti di Active Campaign:

  • Segmentazione: ti permette di creare “segmenti” nella tua email e di inviare quei segmenti personalizzati solo ad alcuni membri della tua lista. Vuoi inviare una versione della tua email a uomini single di Torino? Puoi farlo. Vuoi inviare un’altra versione della stessa e-mail a donne sposate a Roma? Puoi farlo.
  • Moduli di abbonamento: offrono quattro diversi tipi di moduli, in modo che gli utenti possano iscriversi. A partire da questo punto è possibile automatizzare ciò che accade ai dati, dall’aggiunta a una lista di contatti, all’invio di e-mail di benvenuto e persino all’avvio del processo di vendita.
  • Contenuto dinamico: Active Campaign ti permette di aggiungere feed RSS e siti web alle tue email. Queste sezioni saranno aggiornate con i contenuti più recenti, assicurando che le tue campagne siano sempre aggiornate.

Fonte: Active Campaign

  • Marketing via SMS: Active Campaign ti permette di inviare avvisi via SMS ai tuoi abbonati, oltre alle e-mail.
  • Automatizzazione delle vendite: Questo è uno dei migliori trucchi di Active Campaign. La funzione di automatizzazione delle vendite ti permette di creare un flusso di lavoro per le tue e-mail, assicurandoti che i clienti le ricevano al momento giusto per aiutarli a fare i loro acquisti.
  • Punteggio di contatti e leads: Utilizzando questa funzione, Active Campaign valuterà i tuoi abbonati in base alla loro attività e ai dati demografici. Quando si sa quali contatti sono più probabili per diventare una vendita, è possibile concentrarsi su di loro e aiutarli a comprare.
  • Test A/B: puoi creare variazioni all’interno della tua email (oggetto, immagine o frase diversa) e vedere quale variante funziona meglio.

Fonte: Active Campaign

Integrazioni

Active Campaign è molto potente quando si tratta di integrazioni, in quanto consente di scegliere da una lista di oltre 150. Se si utilizza un’applicazione di terze parti, è molto probabile che sia nella lista.

Conclusione su Active Campaign

Active Campaign è un’eccellente piattaforma per l’invio di e-mail.
Adatta ad aziende di qualsiasi dimensione, ma più adatta alle aziende di dimensioni medie. Si parla di aziende con un team di marketing in grado di estrarre tutto il potenziale di questo strumento, ma che non hanno le risorse per costruirsi i propri strumenti.
I prezzi di Active Campaign sono accessibili, anche economici, ma non c’è un piano gratuito, quindi i marketer con esigenze di campagna e-mail molto modeste farebbero meglio ad usare MailChimp.
Anche se può essere un po’ complicato all’inizio, è molto più accessibile di quanto si possa pensare. I tutorial passo dopo passo ti saranno di aiuto all’inizio, quindi non dovrebbe essere troppo difficile da imparare.