Come sapete, Amazon ha un catalogo enorme. Ciò rende difficile il posizionamento di nuovi prodotti.

Oltre a seguire le linee guida che ho delineato nella sezione precedente su come compilare la scheda prodotto e i fattori di classificazione su Amazon, è possibile utilizzare le seguenti strategie:

Parole chiave

Usa i campi delle parole chiave e compila il numero che puoi (non peccare di parsimonia, un uso abbondante non viene penalizzato)

Parole chiave importanti devono essere nell’URL del prodotto

Controlla le parole chiave usate dalla concorrenza. Ci sono strumenti per fare questo con ASIN reverse strategy come Keyword Inspector

Categoria

Analizza bene in quale categoria è elencato il prodotto. È possibile elencarlo nella categoria giusta, ma anche in categorie meno competitive per una migliore visibilità.

Pubblicità

Utilizza l’opzione di gestione delle campagne per creare campagne pubblicitarie con un costo per clic, che consente di fare offerte sulle parole e uscire come prodotto sponsorizzato in quelle ricerche. Le suite di strumenti come Sellics o Trendle.io consentono di ottimizzarle.

Valutazioni

Evita, per quanto possibile, recensioni cattive e reclami per garanzia da A a Z. E ‘più conveniente accettare una restituzioni da un cliente, anche se ha torto, ad avere Amazon che ti chiude l’account per avere troppi giudizi negativi e garanzie.

Più avanti parleremo di come affrontare i cattivi giudizi di Amazon e come rimuoverli.

Partecipa alle campagne del Black Friday

Si può vedere in due modi:

    • Una campagna in cui si perdono soldi
    • Oppure un investimento in pubblicità

Ho scelto la seconda opzione. Una campagna aggressiva permette di posizionare il prodotto in prima posizione. Quello che si perde nella campagna si ottiene di nuovo il resto dell’anno.

Le valutazioni sono l’arma perfetta per essere il vednitore che si aggiudica  il Buy Box .

Questo prodotto, che ha avuto così tante vendite nella campagna, di solito è mantenuto nelle prime posizioni ed è più visibile per i compratori.

Oltre alle vendite questo vi porterà più valutazioni (ricordate che è molto importante essere il venditore che si aggiudica il Buy Box )

Perdere soldi in un primo momento

Durante il lancio del prodotto. Quando si ha un minimo di vendite, aumentare il prezzo (questa strategia è simile a quella del Black Friday)

Pubblicare su altri mercati ad un prezzo più alto

Per ottenere ancora più vendite, è possibile lanciare il prodotto su Amazon a un prezzo e poi aumentarlo su altri emarketpalces, cosicchè i potenziali clienti possano vedere che su Amazon è più conveniente comprarlo.

Prezzo

Poiché il prezzo è il fattore più importante per vincere il Buy Box, è possibile utilizzare uno strumento di repricing (modificare il prezzo in base al prezzo del concorrente) come Appeagle o XSellco.

Logistica e operazioni

È necessario prendere in considerazione i fattori logistici e operativi che Amazon utilizza nel suo algoritmo per posizionare i prodotti. Amazon usa:

    • VPP o Order Processing Speed, ovvero quanto tempo richiede l’ordine per essere elaborato e spedito dopo l’acquisto da parte del cliente. Si tratta di un fattore estremamente importante.
    • Prodotto in rapporto di stock o rapporto di tempi in cui il prodotto è in stock vs. tempi in cui non lo è. Questo tiene conto della % di ordini che vengono rimborsati e cancellazioni prima che l’ordine viene spedito (perché il cliente si stanca di aspettare che sia in stock). Amazon salva la storia dei tuoi stock out. Il mio consiglio: 100% stock, sempre.
    • PPP o Percentuale di ordini perfetti, vale a dire il numero di ordini in cui non c’è nemmeno la minima incidenza.
    • PPD o Percentuale di ordine difettoso, ovvero il numero di ordini per i quali esiste: feedback negativo del cliente, richiesta di garanzia dalla A alla Z, eventuali problemi di spedizione o restituzione tramite carta di credito. Secondo Amazon, il PDP dovrebbe essere inferiore all’1%. A proposito, se qualcuno invia un feedback negativo ma poi lo rimuove, quel feedback negativo non viene aggiunto al PDP, quindi vale la pena contattare ogni cliente.

Fattori UX

Come Google, Amazon utilizza anche fattori UX, come la % di uscite o il numero di persone che entrano nei tuoi annunci e lasciano Amazon. se la tua % è alta, Amazon ritiene che la qualità del tuo annuncio è bassa e che è un fattore di penalità in classifica.

Opzioni di imballaggio

Qui è importante dare opzioni come FBA (Fullfilment By Amazon, di cui abbiamo già parlato e che approfondiremo più avanti) o Frustration Free Packaging, un’iniziativa di Amazon che risale al 2008 e si basa su un packaging riciclabile, facile da aprire e con meno materiali per migliorare l’esperienza di unboxing (un bel modo per dire “aprire la scatola che mi arriva”).

Classificazione del venditore

Basato su pareri. Si dice che il 90% o più è il numero magico che ti permette di essere ben posizionato.

Non è male, vero? Come potete vedere, ci sono molte cose da considerare per poter fare i primi passi in questo mondo!