Il commercio è online. In alcuni casi in contrasto e in altri in modo sinergico con il commercio tradizionale. Nel complesso, noi che ci lavoriamo, ne stiamo comprendendo solo ora i meccanismi ma il potenziale totale è ancora da svelare: acquistano online solo la metà dei reali clienti.

Nascono E-Commerce che funzionano come funghi, ma hanno realmente tutti successo? Il 95% falliscono nel primo anno. Perché? Non mettono al primo posto, a capo della business idea,  il bisogno del cliente.

Ecco alcuni esempi di progetti di vendita online che riescono a stimolare l’acquisto e diventano dei trendsetter.

1. I più grandi E-Commerce che funzionano.

I protagonisti indiscussi, i giganti dell’e-commerce, si confermano anche come pionieri per la ricerca di ulteriori mercati da conquistare. Le piccole e medie aziende non possono cedere così facilmente le loro quote di mercato. Devono intercettare il cliente che ricerca e si informa sempre prima dell’acquisito.

I primi tre Ecommerce che funzionano in italia sono:

  • eBay
  • Amazon
  • ASOS, new entry, è un brand collector.

(Dati Casaleggio Associati, 11/2018)

Nel panorama mondiale il loro vero competitor è il cinese JD.com.

Colosso cinese operativo da Beijing, la capitale dello stato più popolato del mondo. È il rivale del popolare Amazon, ma JingDong, questo il suo nome completo, ha più di 250 milioni di utenti registrati nel 2018.

Attualmente JD.com viene capitalizzata meno di Alibaba e Amazon, ma se guardiamo solo i guadagni ecco che si impone in cima ai suoi competitor con oltre 15 miliardi di dollari. Vince anche per numero di impiegati, oltre 137 mila.

JD.com mostra molta cura per ogni prodotto tanto quanto, alienati dalla tecnologia, pianificano di costruire aeroporti per droni e accademie per i loro piloti per le consegne. Sono allo studio droni in grado di trasportare fino 1 tonnellata.

Da tenere d’occhio: per ogni prodotto ottima profondità descrittiva con video e ambientazioni di applicazione.

2. Fai una scelta verticale e competi come Harry’s.com

Ufficialmente la prima segnalazione degna di coraggio perché dimostra come UX/UI dal design sobrio possono fare la differenza nell’esperienza di acquisto. Harry’s è l’esempio di come gli acquirenti non devono per forza essere pervasi da menù e promozioni di vendita aggressivi.

Questo permette di vendere perché è tutto focalizzo sul prodotto:

  • Herry’s consegna il kit con le lame a partire da €4,48.
  • Lo Starter kit a partire da € 0,00 (paghi solo la consegna).

Da tenere d’occhio: piano mensile per la ricarica con fee d’ingresso pari a zero euro!

3. Parti dal paradiso e comincia con le piante di The Sill

Attraverso l’attraente palette dei colori, il sito restituisce sensazioni chiare. Sarà perché ho un blog sulla sostenibilità ma quando si parla di natura il contesto diventa più calmo e rilassato.

Anche tutto il sito ha delle vibrazioni positive:

  • intelligente menù superiore, caratterista non trascurabile,
  • lo spazio voluto tra “The” e “Sill” che si unisce scorrendo il sito, si avvicinano. Più navighi e più scopri quindi il davanzale (the sill, appunto). Must!

Questa idea iniziale, al quanto banale, a non poco complessa, è la base della business idea: ambientazione moderna delle piante per chi ama le piante.

La vegetazione ti rendono felice, più in forma, più efficiente e accelera la creatività. Pulisce l’aria e rende il luogo abitativo più vicino all’esterno. Inoltre dare da magiare alle piante è addirittura facile!

Da tenere d’occhio: interazione tra i macro argomenti e il mega menù.

4. Apparire esattamente come i nerd si aspettano!

Teenage Engineering è uno dei migliori siti in termini di UX/UI progettati per e-commerce per ingegnerizzare. Ha l’aspetto esattamente di come se lo aspettano gli ingegneri, ma unisce un ottimo look accattivante e per nulla vetusto.

Questo e-commerce è molto attraente per un pubblico giovane, per una serie di trend:

  • forti sfondi bianchi o neri,
  • sfumature coordinate tra loro,
  • testi solo minuscoli.

Dix Tomson è stato il testimonial d’eccezione per questo progetto e-commerce. È un esempio di come il successo di progettazione parte dall’analisi strutturale, come fu Jonathan Ive per Apple dal 2010. Tanto da attribuire all’oggetto stesso dei nuovi valori aggiunti, acquistabili.

Da tenere d’occhio: la tecnologia pura si vende.

5. Vince anticipare e coinvolgere, con forza! Prozis.com

Prozis si è affermato come il più grande negozio online di integratori in Europa. 10 anni di esperienza e quasi un milione di clienti registrati in paesi di tutto il mondo.

Si distingue nettamente dagli altri rivenditori online perché:

  • fornisce un’incredibile varietà di strumenti e servizi,
  • esperienza di acquisto pratica e piacevole con UX/UI unica,
  • ampia gamma di marche e prodotti sul mercato,

Se da una parte migliorano sempre l’interfaccia user-friendly, non di meno è l’aspetto umano del costumer service. Un’equipe di professionisti con assistenti in madrelingua per tutti i paesi.

Trovare delle soluzioni commerciali che ottimizzano i processi e le politiche di impresa, hanno permesso di:

  • garantire i migliori prezzi sul mercato,
  • consegne in 24 ore,
  • spedizioni gratuite,
  • disponibilità di diversi metodi di pagamento,
  • notifiche automatiche via e-mail per l’arrivo e la disponibilità di nuovi prodotti.

Il valore aggiunto dell’e-commerce per gli sportivi è la gamma di promozioni quotidiane di cui è data notizia attraverso diverse piattaforme e attraverso il programma di premi fedeltà.

Da tenere d’occhio: il piano a punti d’acquisto. Aspettatevi il X-mas box!

Le innovazioni per gli e-commerce si fanno notare quando sono costumer centered ovvero partono alla soddisfazione dei bisogni espliciti del cliente. Partire dal Buyer Persona per migliorare tale profilo, giorno per giorno, è un must che deve seguire il responsabile dell’attività online.

I servizi aggiuntivi garantiscono un ritorno nel medio termine se sviluppati da analisi concrete dai gusti del cliente.

Se per i grandi volumi la parte commerciale ha la rilevanza maggiore, per le aziende entry level l’idea verticale sul bisogno è quello che nel medio termine darà i suoi risultati migliori.

Questi sono solo 5 esempi di e-commerce che funzionano e certo che ce ne sono altri, aggiungi il tuo punto di vista, il tuo commento e condividi l’articolo!