Oggi, si parla di email marketing. E chi meglio di Ilich Lamas per parlarne con noi. Ilich è Customer Engament Specialist per Benchmark Email. Attualmente dirige il mercato italiano per Benchmark, individuando nuove opportunità di business e lavorando al tempo stesso come supporto ai clienti.

Quali sono le tendenze che hanno segnato l’e-commerce nel 2018 e che continueranno ad essere fondamentali durante il 2019?

Penso che i fattori determinanti per l’e-commerce nel 2018 sono stai vari, ma sicuramente i principali sono stati:

  • La facilità nel creare un e-commerce grazie alle tante piattaforme e sistemi disponibili.
  • Possibilità di fare marketing con diversi strumenti che si integrano tra loro.

Ma come detto prima non sono solo queste le tendenze, vedo sempre più negozianti che intraprendono la via dell’online, ormai il retail in sé sta cambiando e solo chi ha capito che si deve mettere in gioco anche online sta riuscendo ad ottenere buoni risultati.

Altro aspetto che penso sia stato fondamentale nel 2018 per gli e-commerce, è stato il migliorare costantemente il modo di ottenere feedback e review sui prodotti e sui rivenditori, questo sta creando sempre più fiducia nel cliente finale.

Le tendenze per il 2019 penso che saranno:

  • L’utilizzo di automazioni da applicare nel marketing
  • Chatbots e messenger
  • Lo sviluppo di un ottimo customer care

Quali sono gli errori più comuni che vengono commessi nell’email marketing? Come risolverli?

Diciamo che gli errori più frequenti sono 3:

Il principale è iniziare senza una strategia. Molti clienti iniziano senza sapere cosa stanno facendo, scrivono quattro cose giusto perchè “devono inviare la newsletter” e spediscono.

Per evitare di trovarsi bloccati è importante creare un piano editoriale, solo con la pianificazione riesci ad ottenere risultati. Personalmente consiglio sempre di dare peso al contenuto perchè è fondamentale.

Il secondo errore che riscontro è il modo di utilizzare i vari strumenti che si hanno a disposizione, come ad esempio le automazioni che vanno sfruttate al massimo.

Mi capita spesso di consigliare ai nostri clienti di iniziare con cose semplici ma efficaci tipo l’autoresponder, con il quale si possono inviare auguri ricorrenti come quelli natalizi, di compleanno o anniversario. È un modo per rendere un cliente felice e cogliere l’occasione per offrirgli un regalo. Ma questa è solo una delle moltissime cose che le automazioni possono fare per facilitare il lavoro quotidiano.

Il terzo errore ma non il meno importante è la gestione della lista contatti. Spesso queste liste non vengono usate da molto tempo di conseguenza è probabile che i contatti non siano più tutti attivi, quindi è inutile riporre fiducia nella propria lista se non la si usa da tempo.

Il tasso di apertura di una campagna dipende molto dalla qualità dei contatti. Per questo è bene effettuare una verifica della lista, se questa non si utilizza da tempo, prima di iniziare ad inviare. In questo modi si eviteranno le respinte e si invierà solo a contatti validi. Fare un invio di qualità ripaga molto di più di uno di quantità.

Qual’è il ruolo del email marketing nell’e-commerce? Come potenzia la conversione?

In effetti entrambi sono complementari. Con lo sviluppo del Marketing Automation, gli strumenti di email marketing ti permettono di automatizzare i processi di vendita e comunicazione. Adesso nel momento in cui un cliente si registra alla newsletter, o effettua un acquisto, hai modo di far partire una serie di email con il fine di raggiungere quella conversione sperata. Inviare il contenuto mirato al momento giusto aumenta le possibilità di conversione.

Quali innovazioni tecnologiche si stanno introducendo nel mondo dell’email marketing?

Non voglio sembrare ripetitivo, ma si punta molto sul Marketing Automation. Nel 2019 si potenzierà ancora di più questo strumento, verrà potenziato e nasceranno nuove possibilità di utilizzo.

L’altra innovazione sarà il miglioramento del “Editor dell’email”, in modo da poter creare email che si adattano meglio alle caselle di posta e dispositivi mobili.

In che modo Benchmark differisce dalle altre piattaforme di email marketing?

I principali vantaggi di Benchmark sono sicuramente:

  1. Facilità d’uso. È un sistema molto intuitivo. È pensato sia per i principianti che per gli utenti avanzati e permette di navigare con facilità da qualsiasi dispositivo.
  2. Automazioni. Tutti i nostri pacchetti Premium includono le automazioni. Abbiamo pensato anche alle PMI che non possono investire subito molto ma vogliono fare del buon Email Marketing, infatti il pacchetto base parte da 13,99$ al mese.
  3. Piattaforma all in one. È completa con tutti gli strumenti utili per l’email marketing: AB test, inbox checker, creare liste mirate, segmentazione degli iscritti, sub-account e non da meno un programma Fedeltà.