Le piccole aziende che vogliono espandere il proprio business hanno un’opportunità unica grazie all’e-commerce. Entro il 2040 si ritiene che il 95% degli acquisti verranno effettuati nel commercio digitale, secondo uno studio del Nasdaq pubblicato nel 2017. Sembra chiaro che la vendita online di prodotti e servizi abbia davanti a sé un futuro promettente. Tuttavia, il successo o il fallimento dipende ancora da una buona strategia di e-commerce marketing per piccole aziende.

Possono competere i negozi online più discreti con i giganti del loro settore? Anche se molti risponderebbero di nuovo a questa domanda, la verità è che ci sono diverse tecniche concepite per aumentare il richiamo e la portata dei negozi online, attirando e fidelizzando i clienti senza dover investire una fortuna.

Le 7 migliori pratiche di marketing per le piccole aziende

Utilizzare la wishlist del negozio per il mailing, automatizzare le campagne di email marketing, aprire un negozio complementare su Facebook o implementare una live chat sono alcune delle migliori pratiche di marketing per le piccole aziende, indipendentemente dal loro settore, prodotto o cliente target.

Usa la wishlist del tuo negozio per fare mailing

I clienti hanno preferenze nei loro acquisti, e lo dimostrano attraverso la wishlist. Questa lista e i carrelli abbandonati sono correlati. Se qualcuno è andato per molto tempo senza comprare, o se c’è un prodotto che appare in molte wishlist e si vuole aumentare la sua vendita, è consigliabile inviare un’e-mail per informare gli acquirenti interessati.

L’invio di email segmentate provenienti dalla wishlist provocherà un immediato aumento delle visite al negozio, che avrà un impatto positivo sulle conversioni.

Automatizzare il tuo email marketing

L’automazione delle attività non solo consente di risparmiare tempo e risorse alle piccole aziende, ma aiuta anche a migliorare l’efficacia dell’email marketing. Le e-mail vengono inviate automaticamente perché sono state programmate in trigger precedentemente stabiliti. Questo aumenta la velocità d’invio dei messaggi al momento giusto e con informazioni rilevanti per il consumatore. In questo modo, l’invio di e-mail è più efficace e continuo.

La creazione di liste segmentate (come gli utenti che hanno abbandonato i carrelli o gli iscritti al blog aziendale) aiuta a migliorare l’efficacia del marketing automatizzato. Ad esempio, alla fine di ogni mese, si potrebbero effettuare campagne di emailing basate sulla wishlist. Senza dubbio, una delle pratiche di e-commerce marketing per piccole aziende più consigliate.

Fare marketing dei contenuti

Per sviluppare un’efficace strategia di e-commerce marketing per piccole aziende, è necessario mantenere un contatto stretto e diretto con il cliente. Il marketing dei contenuti è perfetto per raggiungere questo obiettivo. Uno dei formati più popolari è il blog, ma ci sono altre forme di marketing dei contenuti.

I podcast audio aiutano a presentare l’esperienza del negozio online o a creare una comunità di consumatori. Il Guest post, oltre a promuovere un marchio tra influencer e blogger, contribuirà a migliorare il posizionamento del SEO. Guide e white paper aiutano i clienti a ottenere risultati migliori con i prodotti che hanno acquistato. Tra i più brillanti esempi di content marketing spiccano:

  • The Furrow, una rivista ideata da John Deere per promuovere i loro prodotti agricoli.
  • LEGO Ideas, un blog creato dal marchio di giocattoli LEGO.
  • IKEA Place, un’applicazione di realtà aumentata d’IKEA

Aprire un negozio complementare su Facebook

Facebook è un’ottima opzione per implementare alcune delle migliori idee di e-commerce marketing per piccole aziende. Ad esempio, aggiungere un negozio alla fanpage di un marchio aumenterà il numero di visite, migliorerà le conversioni e aumenterà il ROI. Inoltre, questo negozio su Facebook può essere integrato con altri negozi aperti in altri social network, in particolare Instagram, in quanto di proprietà della piattaforma di Zuckerberg.

Puntare sull’inclusione di una live chat

Le live chats consentono ai clienti di porre domande sul prodotto che desiderano acquistare rapidamente, senza dover compilare un modulo o fare una telefonata. La chat tra cliente e venditore aumenta le possibilità di conversione, fidelizzazione e di miglioramento dell’esperienza d’acquisto. Inoltre, la live chat permette di conoscere i diversi problemi che i consumatori possono avere, il che avrà anche un impatto positivo sulle vendite.

Investire nel social selling

I social network come Facebook, Instagram o Twitter non possono mancare nella strategia die-commerce marketing per piccole aziende, poiché perderebbero migliaia di opportunità (solo Facebook ha superato i 2.320 milioni di utenti attivi all’inizio del 2019). La presenza di un marchio in questi canali aumenterà il numero di vendite dirette e permetterà inoltre agli utenti di condividere i prodotti e quindi di ampliare la loro portata. Vale la pena notare che il prestigio e la memoria del marchio verranno potenziati anche dall’uso dei social network.

Migliorare la versione responsive e attrarre il traffico mobile

Al fine di aumentare l’efficacia del e-commerce marketing per piccole aziende, non dobbiamo dimenticare il traffico mobile (che rappresenta oltre il 75% del traffico totale, secondo vari studi). Tutte le aziende dovrebbero preparare il proprio sito web per fornire un’esperienza ottimale agli utenti di telefoni cellulari, tablet e altri dispositivi. Secondo un rapporto Comscore, il numero di consumatori sui dispositivi mobili è già superiore a quello di coloro che acquistano dal proprio computer, il che significa che le aziende senza una versione responsive non saranno in grado di beneficiare di queste vendite.

In breve, l’e-commerce è un’opportunità per aumentare il volume delle vendite di un negozio tradizionale. Grazie ai diversi strumenti di marketing disponibili in ambito digitale, le piccole aziende possono competere su un piano di parità con i giganti del commercio elettronico su scala locale.