Quando parliamo di canali esterni, ci riferiamo a tutti quelli che possono essere utilizzati per aumentare le conversioni in Amazon, siano essi propri, vinti o pagati.

Non c’è niente di più rivoluzionario di quello che faremmo per cercare di vendere di più in un negozio online. La differenza principale è che in questo caso il prodotto/la landing page per le nostre azioni sarà quella del nostro prodotto su Amazon invece di quella del prodotto nel nostro e-commerce.

“All’interno del vostro piano di marketing dovete tenere in considerazione come inviare traffico dall’esterno di Amazon ai tuoi annunci su Amazon”

Se vi state chiedendo quali canali potete usare, vi consiglio:

Email marketing

È di base. Funziona molto bene, ha un buon tasso di conversione e ci permette di segmentare in modo molto efficace. L’ostacolo principale è quello di generare buone mailing list, ma vale la pena di lavorare perché questa è la strategia che comporta il minor investimento. Tieni presente che ciò che puoi fare è portare gli utenti che hai già sulla tua mailing list ad Amazon, non usare i client Amazon per la tua mailing list, perché se lo fai e Amazon ti rileva, ti faranno uscire da Amazon. I clienti che acquistano da voi su Amazon non sono i vostri clienti, sono i clienti di Amazon.

Motori di ricerca PPC

Per capirci, Adwords, Bing Ads o Yahoo Ads. Non c’è dubbio che la rete di ricerca di Google è la più efficiente in termini di conversione diretta (e che la rete Adwords Display ti dà una copertura molto ampia). Il problema con Adwords è che non è economico e se si sommano i costi per generare traffico in questo modo a quelli che già devi sostenere per vendere su Amazon e quelli del prodotto stesso sì, usciamo già dal budget.

PPC nei social ads

E ‘un po’ più economico (almeno a seconda del prodotto), ma molto interessante. L’utilizzo di Facebook Ads ci dà la possibilità di utilizzare criteri di segmentazione molto più precisi e focalizzati sulle motivazioni e le preferenze personali degli utenti. Vi sto ancora dicendo la stessa cosa che con Adwords: conti chiari prima di iniziare.

SEO

Posizionando gli atterraggi nei motori di ricerca ottimizzati per le parole chiave più rilevanti per il prodotto, possiamo indurre i visitatori a cliccare sul link corrispondente e finire per chiudere l’acquisto direttamente su Amazon. Si tratta di un passo intermedio e si avrà sempre un tasso di conversione inferiore rispetto a se l’intera operazione fosse fatta direttamente, ma non sottovalutare la potenza del traffico organico.

Content Marketing

Combinando diversi canali è possibile utilizzare il contenuto come uno strumento di vendita molto efficace. Ad esempio, l’utilizzo del blog per fare recensioni e tutorial dei prodotti che sarebbero convenientemente collegati e dinamizzati utilizzando i social network. E’ una strategia che può essere costosa o economica secondo come tu vuoi gestirla, è sufficiente esporre i vantaggi del prodotto nel modo più efficace possibile.

Affiliazione

Se avete un buon numero di stakeholder (quelli dell’azienda che vanno dagli azionisti ai fornitori ai dipendenti e clienti fedeli) potete sempre stimolare le vendite da qui. I vostri dipendenti, clienti soddisfatti, persone con un certo livello di influenza sul vostro target di riferimento … ognuno di loro può contribuire attraverso i propri canali e ottenere un ritorno. Incoraggia e fomenta questo tipo di azioni.

Tenete a mente che se si utilizza il programma di affiliazione di Amazon, alcune opzioni come ad esempio la generazione di annunci su Facebook Annunci direttamente con un URL di affiliazione nonsipuò fare , quindi è necessario l’utente passi attraverso una landing page e, da lì, al link di affiliazione in questione.

Backlinks

I fattori di ranking per posizionare un URL Amazon in Google sono gli stessi che per posizionare qualsiasi altro contenuto (e i link di qualità che puntano al contenuto/URL sono uno dei fattori di ranking principali), quindi possiamo creare backlink agli URL dei nostri prodotti Amazon per farli salire nei risultati di ricerca per alcune parole chiave.

Promuovere URL di ricerca

Un modo per aumentare i nostri risultati in Amazon è quello di segnalare l’algoritmo Amazon (A9) per fargli credere che i nostri prodotti siano rilevanti. Questo è semplice come usare un URL di ricerca Amazon usando le parole chiave che vogliamo migliorare e far apparire il nostro prodotto solo in quell’URL usando combinazioni di parole chiave o filtri. Poi, promuoviamo quell’URL con campagne PPC.

Ottieni unboxings

Quindi, noleggiamo unboxing con gli influencer, sia su Facebook, Youtube, Instagram (usiamo il Instagram Live per ottenere un link) o Pinterest. Quanto più rilevanti sono i link e i click, tanto meglio.

Utilizzare pagine di offerte giornaliere, coupon o offerte

Possono aiutarci a pubblicare il nostro prodotto con uno sconto e dargli più rilevanza e anche ottenere più vendite.

Spamming nei forum

Dico spam perché non c’è altro modo di chiamarlo. Pubblica i nostri prodotti nei forum pertinenti e ottieni più vendite e più clic sui link ai nostri prodotti. Reddit è anche un buon sito per lo spamming, soprattutto se vendiamo negli Stati Uniti.

Spamming su Facebook

Possiamo usare Tigerpost per automatizzare quello che pubblichiamo su gruppi e fanpage di Facebook per ottenere più click e vendite.

Non inganniamoci perché le cose stanno per diventare sempre più competitive quando si tratta di vendere su Amazon. Questo sta già cominciando a manifestarsi per qualche tempo internamente al mercato, ma la prossima lotta è già in corso sui canali esterni.

Se la vostra attività si basa sul 50% o più di ciò che Amazon genera, è meglio stringere i denti e lavorare duro sulle vendite da canali esterni.

Importante: ovviamente, molte di queste strategie per realizzare vendite off-page si basano sull’essere produttori o avere l’esclusività del prodotto garantito e, quindi, il Buy Box. Nessuno è interessato a reclutare un concorrente perché sarebbe un doppio spreco di denaro e di opportunità.